I miei principi

slide01Ci sono persone che nascono con il valore “terra”, provando da sempre rispetto, amore e desiderio di tutelarla. Io sono tra queste, decisamente.
Forse anche perché sin da bambino ho potuto osservare da vicino la fatica e la soddisfazione di lavorare nel settore primario. La parola lo spiega bene, seppure senza molto romanticismo, l‘agricoltura è alla base della nostra economia, ma anche della nostra vita e del nostro futuro.
Ecco il perché ho scelto di diventare un “viti-enologo”, una nuova e creativa definizione che ho voluto coniare per meglio raccontare il mio approccio a questo lavoro. Sono uno specialista in Scienze Viticole ed Enologiche, convinto che il lavoro più importante si svolga in campo. Non credo sia possibile fare consulenza non interessandosi a fondo di cosa accade ai suoli, alle piante… al sistema territorio. Mi piace guardare all’ecosistema nella sua interezza, all’ottimizzazione delle risorse, senza sprechi, senza compromettere il capitale ambiente. Ecco perché prediligo lavorare in biologico, al di là delle certificazioni. Ecco perché sono stato il primo in Campania a lavorare per ottenere un vino senza solfiti. Ecco perché sono costantemente aggiornato, alla continua ricerca del miglior compromesso a tutela del produttore, dell’ambiente e del consumatore.
L’amore per la terra non può prescindere dall’attenzione alla salute dei consumatori. Oggi più che mai abbiamo bisogno di un maggiore approccio etico al lavoro, un prodotto sano e di qualità ha un futuro sicuro.
Non servono escamotage, né grosse quantità a tutti i costi, credo fermamente che paghi la qualità, la sostenibilità economica ed ambientale…in biologico e senza solfiti.
Sono questi i miei principi, i principi di con(senso)wine…There are people who are born with a value of “land”, always trying to respect, love and desire to protect it. I am one of them, definitely.
Maybe because since childhood I have been able to closely observe the hard work and the satisfaction of working in the primary sector. The word says it well, albeit without much romance, agriculture is the foundation of our economy, but also of our lives and our future.
That’s why I chose to become a “viti-enologo”, a new and creative definition that I wanted to coin in order to better describe my approach to this work.
They are a Specialist in Viticulture and Enology, convinced that the most important work is done in the field.I do not think you can do consulting not interested in what happens to the bottom of soils, plants … the territory system. I like watching the ecosystem as a whole, optimization of resources, without waste, without compromising the environment capital. That’s why I prefer to work in organic, beyond certifications. That’s why I was the first in Campania to work for a wine without sulfites. That’s because they are constantly updated, always looking for the best compromise in the interests of the producer, the environment and the consumer.
The love of the land can not do without the attention to the health of consumers. Today more than ever we need a more ethical approach to work, a healthy and quality has a secure future.
No need for subterfuge, or large quantities at all costs, I strongly believe you pay for quality, economic and environmental sustainability in organic … and without sulfites.
These are my principles, with the principles of con(senso) wine …